infermi21
volo
msp
sangue
sostienici
Seguici su Facebook

   Seguici su Facebook!

febbraio: 2019
L M M G V S D
« Dic   Mar »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728  

Archivi del mese: febbraio 2019

Cordoglio della Croce Rossa per la scomparsa di Sorella Arena Barbara

La scomparsa di Sorella Arena Barbara lascia un grande vuoto in tutto il mondo della Croce Rossa che esprime il suo cordoglio alla famiglia e la ricorda come straordinario esempio di umanità.

Il suo percorso in CRI nasce negli anni della guerra quando all’età di 16 anni ebbe la forza di portare in braccio un bambino colpito da una bomba fino in ospedale e lo assistette fino alla fine. Già nel ’44 a Spoleto a soli 17 anni ebbe l’onore di indossare per la prima volta il velo, ma  gli eventi bellici le impedirono di coronare il suo sogno di diventare Crocerossina, sogno che  realizzò nel ’66 proprio qui a Civitavecchia. Per circa venti anni è stata Ispettrice del Corpo delle Infermiere Volontarie di Civitavecchia che ha guidato con competenza e correttezza; è’ stata sempre accanto alle Sue sorelle, ne ha compreso i bisogni, le necessità, la forza, le debolezze. Un percorso ispirato da amore profondo per quei valori che sono i principi ispiratori della Croce Rossa, dall’attenzione per chi ha bisogno, per chi soffre, dall’umanità, dall’imparzialità, dal profondo senso di giustizia.

Arrivederci, cara Sorella Anna Maria.

 

Cerimonia della lampada

Con la “Cerimonia della lampada” il Corpo delle Infermiere Volontarie del Comitato CRI di Civitavecchia si è arricchito di quattro nuove Crocerossine. La cerimonia, che segna il passaggio dallo studio all’operatività, si è svolta venerdì pomeriggio presso la sede di viale Matteotti con la presenza, oltre che di un folto gruppo di  Sorelle e Volontari, del presidente Roberto Petteruti e dell’ispettrice regionale S.lla Iris Lodi.

La Cerimonia della lampada si ispira direttamente all’infermiera inglese Florence Nightingale, la quale, durante la guerra di Crimea, nel 1853, era solita girare di notte tra i malati dell’ospedale militare, facendosi appunto luce con una candela.

Per simboleggiare la continuità tra le infermiere anziane e le nuove leve, nonché la continuità dello spirito di servizio e dei principi fondamentali della Croce Rossa, quattro madrine hanno consegnato alle nuove Infermiere Volontarie la lampada che, simbolicamente, le accompagnerà nello svolgimento delle attività future.

Il Corpo delle Infermiere Volontarie, Ausiliario delle Forze Armate, è presente su tutto il Territorio Nazionale e svolge attività sia in ambito civile che di Forze Armate. 
Quotidianamente le Infermiere volontarie prestano servizio ordinario sia presso le Unità di C.R.I. che militari, e servizio straordinario sia in attività di emergenza civile che militare. 

Per accedere al Corpo II.VV. bisognerà frequentare uno specifico percorso formativo, come stabilito dalla Disciplina del corso di Studi delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana.